IL COLLEGATO ALLA LEGGE DI BILANCIO 2017

Sulla GU n.249/2016 è stato pubblicato il DL 193/2016 contenente disposizioni urgenti in materia fiscale. In attesa dell’emanazione del DDL “Bilancio 2017″ Vi descrivo di seguito le principali novità:

ABOLIZIONE DI EQUITALIA
Con effetto dal 1.7.2017 è prevista la soppressionedi Equitalia. L’attività passa all’Agenzia delle Entrate – Riscossione, che subentra in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, di Equitalia e assume la qualific di Agente di Riscossione, con i poteri e secondo le disposizioni contenute nel DPR 602/1973.

COMUNICAZIONE TRIMESTRALE DATI IVA
A decorrere dal 2017 è prevista la trasformazione dell’obbligo di trasmissione dei dati IVA (spesometro) da annuale a trimestrale e l’introduzione di una comunicazione, sempre trimestrale, dei dati contabili relativi alle liquidazioni periodiche IVA. Il D.L. 193/2016, in particolare, prevede che entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre, i soggetti passivi IVA inviino telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati di tutte le fatture emesse e ricevute (comprese le bollette doganali) e le eventuali variazioni intervenute (note di variazione ina umento e diminuzione).
Nella comunicazione devono essere ricompresi IN FORMA ANALITICA :
– I dati identificativi dei soggetti coinvolti
– la data e il numero della fattura
– la base imponibile, l’aliquota iva e l’imposta
– la tipologia dell’operazione
Sono comprese TUTTE le operazioni IVA, attive e passive, senza alcuna esclusione di carattere oggettivo o soggettivo.
Le modalità di trasmissione del nuovo spesometro trimestrale saranno definite da un apposito provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

COMUNICAZIONE TRIMESTRALE LIQUIDAZIONI IVA
A decorrere dal 2017 è previsto l’obbligo di comunicare, con cadenza trimestrale, i dati delle liquidazioni periodiche IVA , mensili e trimestrali effettuate.
In particolare, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ciascun trimestre, i soggetti passivi IVA dovranno trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati che saranno definiti da un apposito provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.
L’adempimento va effettuato a prescindere dalle risultanze delle liquidazioni IVA e, pertanto, l’obbligo ricorre anche se la liquidazione è a credito.
Sono espressamente esonerati i soggetti non tenuti alla presentazione della dichiarazione IVA annuale (ad esempio i soggetti che hanno registrato solo operazioni esenti  o i contribuenti “minimi” o “forfettari”).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *